Schiuma nel Liri: La XV Comunità Montana sollecita interventi dalla Provincia dell'Aquila.

La richiesta è quella di “intervenire celermente per cercare di individuare le cause che portano a questa grave situazione ambientale“. Con l’impegno di restare a disposizione per qualsiasi incontro finalizzato a ricercare soluzioni o mettere in atto attività utili alla risoluzione del problema.

È il contenuto della lettera che il commissario della XV Comunità montana ‘Valle del Liri’ di Arce, Gianluca Quadrini e il sub-commissario Amilcare D’Orsi hanno inviato al presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, mettendo in copia anche il presidente della Regione, Zingaretti; il presidente della Provincia, Pompeo; il sindaco di Sora, Roberto De Donatis; la sezione di Frosinone dell’Arpa Lazio e il Comando dei carabinieri forestali di Frosinone.

“Sui social – si legge nella lettera – vengono mostrati video in cui le acque del fiume Liri risultano invase da schiuma e si assiste ad una generale mobilitazione delle associazioni ambientalistiche e dei Comuni della Valle Roveto ai quali esprimiamo la nostra solidarietà, nel cercare di venire a capo a questa situazione incresciosa. L’interesse per tale questione, oltre ad essere di carattere generale – come lo è qualsiasi condizione di peggioramento dell’ambiente – investe direttamente il nostro Ente di area vasta che comprende anche i Comuni rivieraschi del fiume Liri (Sora, Isola, Fontana Liri, etc). Altresì, negli ultimi giorni sono giunte segnalazioni riguardanti schiuma e acque maleodoranti nella città di Sora, presumibilmente frutto di eventi verificatisi in Regione Abruzzo”.

“Appare evidente che la salute del fiume Liri riveste un interesse interregionale in quanto lo stesso nasce in Provincia dell’Aquila e prima di arrivare in Regione Lazio raccoglie le acque derivanti dal bacino del Fucino, dove è noto insistono impianti industriali e agricoltura intensiva. A questo proposito, chiediamo di intervenire celermente per cercare di individuare le cause che portano a questa grave situazione ambientale e restiamo a disposizione per qualsiasi incontro finalizzato a ricercare soluzioni o mettere in atto attività utili alla risoluzione del problema. Ci riserviamo – concludono Quadrini e D’Orsi – di fare da promotori per una conferenza di servizi all’uopo convocata per esaminare insieme possibili risvolti di carattere ambientale e socio-economico”.

 

Ufficio Stampa

XV Comunità Montana Valle del Liri

XV Comunità Montana: Colfelice, percorso pedemontano Ara Murata-Via Zingarelli. Approvato il progetto.

Con deliberazione della Giunta comunitaria n.15 del 29 gennaio 2020 è stato approvato il progetto preliminare dei lavori di completamento e sistemazione del percorso Ara Murata-Via Zingarelli nel comune di Colfelice.

L’intervento, che viene alla luce su sollecitazione del sindaco dott.Bernardino Donfrancesco, dei consiglieri comunitari l’assessore comunale Antonio Protano e il consigliere comunale l’ing.Donato Marsella, sarà realizzato grazie al finanziamento ottenuto dalla XV Comunità Montana Valle del Liri di Arce.

 

“L’Ente Montano di Arce continua, così, il suo impegno a favore del territorio. Gli investimenti nei lavori di manutenzione ordinaria rivolti ad aree del territorio appartenenti al circuito montano –dichiara con estrema soddisfazione il commissario ing.Gianluca Quadrini- sono la nostra priorità, in quanto rappresentano le esigenze di chi vi abita. La sistemazione di questo percorso ricadente nel comune di Colfelice è di estrema importanza, poiché è un intervento che garantirà nel futuro la sicurezza e fruibilità dello stesso tratto stradale che risulta molto utile al territorio.Ringrazio il sindaco Bernardino Donfrancesco e i consiglieri Antonio Protano e Donato Marsella per l'interessamento verso la comunità”.

 

Ufficio stampa

Gianluca Quadrini

Commissario XV Comunità Montana

BROCCOSTELLA. Approvato progetto lavori Via Tore grazie al finanziamento della XV Comunità montana Valle del Liri.

Proseguono con successo i lavori di riqualificazione viaria ed urbana sul territorio dei 19 comuni facenti parte del circuito montano, finanziati dalla XV Comunità Montana Valle del Liri di Arce. Con deliberazione della Giunta Comunitaria n. 14 del 29 gennaio 2020 è stato approvato, infatti, il progetto preliminare riguardante lavori di sistemazione e manutenzione della strada comunale ‘Via Tore’ nel comune di Broccostella. Un intervento che viene alla luce su sollecitazione del sindaco ing.Domenico Urbano e del vicesindaco l’assessore Antonio Conte.

 

“La salvaguardia dei cittadini residenti nel circuito dell’ente montano con particolare riguardo alla messa in sicurezza viaria, alla difesa dell’ambiente e spazi pubblici, nonché alla valorizzazione delle risorse umane, culturali e delle attività economiche connesse, finalizzati al miglioramento della qualità della vita continua ad essere vigorosamente al centro dell’operato dell’ente montano di Via Borgo Murata di Arce.-fa sapere il commissario straordinario dell’ente montano ing. prof.Gianluca Quadrini. Un ringraziamento all’amministrazione comunale di Broccostella con il sindaco ing.Domenico Urbano e il vicesindaco Antonio Conte per l’interessamento verso la comunità e il territorio”.

 

Diversi sono ancora i lavori e progetti da realizzare nei Comuni che fanno parte dell’ente montano di Arce, a dimostrazione della grande attenzione volta al benessere e alla tutela della collettività.

 

 

Ufficio stampa

Gianluca Quadrini

Commissario XV Comunità Montana Valle del Liri

 

Rocca d'Arce: il gruppo di Protezione Civile delle Guardie Forestali Ambientali ha garantito la sicurezza durante la Santa Messa.

Continua senza sosta l'impegno delle Guardie Forestali Montane presiedute dal presidente sig. Rocco Simone. Nella mattinata di domenica. infatti, diversi volontari del gruppo di protezione civile G.F.A. Valle del Liri, su richiesta del parroco don Arcangelo D'Anastasio, si sono adoperate al fine di garantire sicurezza , salute e rispetto delle regole dei fedeli che hanno partecipato alla Santa Messa domenicale.
Presenti alla celebrazione eucaristica, oltre a diversi fedeli, il sindaco prof.ssa Rita Colafrancesco e il vicesindaco dott.ssa Marilena Di Folco che si sono complimentati con i volontari per l'eccellente organizzazione del servizio e soprattutto per l'ottima risposta dei cittadini nell' osservare scrupolosamente le regole disposte dall'ultimo DPCM.
Infatti, il gruppo di P.C. Guardie Forestali Ambientali del presidente Simone, in forte collaborazione con il vicesindaco dott.ssa Di Folco si era adoperato giá da qualche giorno al fine di predisporre i banchi nel rispetto delle distanze, oltre che cartelloni per indicazioni alla cittadinanza, gel disinfettante per mani e mascherine per i fedeli.

Il consigliere nazionale ANCI Patrizio Di Folco ha desiderato complimentarsi, affermando:" "Rocca d'Arce è uno dei pochi paesi a zero contagio, il tutto grazie al forte impegno e alla sinergia dell'amministrazione comunale, delle forze dell' ordine ,dei volontari della protezione civile e soprattutto dei cittadini che hanno dimostrato forte senso di responsabilità nel rispetto delle istituzioni , delle leggi e dei diversi regolamenti.Continuiamo così ed usciremo sicuramente vincitori da questa guerra invisibile. Grazie a tutti. Viva Rocca d'Arce , viva L'Italia ."

"Un plauso al corpo delle Guardie Forestali Ambientali Valle del Liri per il costante impegno a tutela del territorio e a salvaguardia della comunità. Questo periodo rappresenta una fase molto delicata e il supporto di tutti è fondamentale anche per garantire l'osservanza delle misure di contenimento come il distanziamento sociale".ha concluso Gianluca Quadrini, commissario straordinario della XV Comunità Montana di Arce.

 

Ufficio stampa

Gianluca Quadrini

Commissario XV Comunità Montana Valle del Liri

Arce (FR) – Il ponte del 1°maggio con i Volontari G.F.A. Valle del Liri sul territorio montano.

Diverse sono state le attivitá di Protezione Civile delle Guardie Montane. In questi giorni festivi si sono dedicate alla consegna di farmaci di prima necessitá come l’insulina per diabetici , scorte di viveri per anziani e distribuzione mascherine per le persone ad alto rischio. Durante il servizio di prevenzione e controllo delle zone boschive, coordinata dal vice-presidente m.llo Patrizio Di Folco, la pattuglia delle Guardie Montane, con i volontari di Protezione Civile, Giuseppe Iafrate e Alessandro Di Scanno hanno rilevato un importante problema sulla linea telefonica adiacente la strada provinciale Fontana Liri superiore – Santopadre. Venivano individuati due pali della linea telefonica caduti a terra lungo una strada comunale adiacente la provinciale. Il tutto veniva prontamente segnalato alle autoritá competenti visto il grave pericolo dato anche dal grosso cavo che invadeva la strada secondaria.A tal proposito, giunge il plauso al presidente G.F.A. Rocco Simone, al delegato della Protezione Civile, Patrizio Di Folco cons. Naz. ANCI, a tutti i volontari G.F.A dal commissario straordinario Ing. Gianluca Quadrini che ha tenuto a ringraziare tutti i volontari impiegati nelle varie azioni svolte in questi giorni.

Ufficio stampa