San Vittore Del Lazio, Piano di monitoraggio ambientale e sanitario.

E’ stato approvato a San Vittore del Lazio nel consiglio comunale del 17 dicembre 2019 lo stanziamento di 100.000 euro per attività di monitoraggio ambientale e sanitario. E’ stata, inoltre, approvata la moratoria per l'installazione su terreni agricoli di impianti fotovoltaici che invece sono incentivati su superfici già occupate ad es. tetti di edifici pubblici e privati.

Il sindaco avv.Nadia Bucci ha conferito un insieme di ufficializzazioni delle deleghe agli assessori dott. Amilcare D’Orsi al quale va ambiente, pubblica istruzione, agricoltura, pianificazione territoriale, eventi e trasporto pubblico e al vicesindaco Roberto Bucci servizi turismo e sport, commercio, protezione civile e verde pubblico. Allo stesso tempo si rammarica per il mancato appoggio da parte dell’opposizione che non ha approvato queste misure di grande valore per l’ambiente e la salute pubblica.

 “Il Comune di San Vittore del Lazio -spiega l’assessore all’ambiente D’Orsi, vice presidente dell’ente montano- ha intenzione di prevedere sul territorio solo attività ecosostenibili senza interferire sul patrimonio agricolo che rappresenta un’attività da conservare, tutelare e valorizzare. Stiamo studiando attualmente misure per dare aiuto sia ai coltivatori diretti, sia a coloro che hanno piccoli appezzamenti di terreno e hanno difficoltà economiche a gestirli. La previsione di bilancio di 100mila euro riguarda studi di carattere ambientale e sanitario. Nei prossimi mesi partiranno indagini di carattere ambientale volte a tutelare il territorio e la salute dei cittadini.”

 Significativo il commento del presidente della XV Comunità Montana Valle del Liri ing.Gianluca Quadrini che afferma:”L’attività di monitoraggio ambientale e sanitario attraverso l’ uso del suolo è particolarmente importante per la tutela a lungo termine dell’ambiente, dell’ecosistema naturale e della salute dei cittadini.Un plauso all’amministrazione di San Vittore del Lazio e all’assessorato all’ambiente per l’attenzione verso la delicata tematica, con l’auspicio che possa divenire esempio per altri comuni”.

Ufficio stampa

CICERO AWARD 2019, SI CONCLUDE CON SUCCESSO LA III EDIZIONE, organizzata ad Arce da Fondazione Cicerone e XV Comunità Montana.

Si è conclusa con successo la III Edizione del ‘Cicero Award’, l’evento dell’anno organizzato ad Arce dalla Fondazione Marco Tullio Cicerone che si occupa della promozione culturale e storica territoriale, in sinergica collaborazione con la XV Comunità Montana Valle del Liri. Il Premio che vanta un primato non solo provinciale e regionale, ma anche nazionale è stato patrocinato dalla Camera dei Deputati, dal Senato della Repubblica, dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Frosinone, dall’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, dal Parlamento Europeo, dal Rotary E-Club 2071 e dall’Anci Lazio.

La Sala Conferenze della Fondazione Cicerone era gremita venerdì sera, in occasione della cerimonia di premiazione del prestigioso riconoscimento assegnato ad importanti personalità dei settori culturale, letterario, scientifico, giornalistico, militare, sportivo, dell’arte, dello spettacolo e politico. Presenti il presidente dell’ente montano ing. Prof. Gianluca Quadrini, la direttrice della Fondazione Cicerone prof.ssa Giuseppina Iannotta, il direttore generale dell’ente montano Luca Di Maio membro della Fondazione, il presidente delle Guardie Forestali Montane Rocco Simone, il consigliere di Fontana Liri Luigi Bianchi, il consigliere comunale di Rocca d’Arce Patrizio Di Folco, il sindaco di Arce Luigi Germani, presidente del Consiglio comunitario insieme a tante autorità e istituzioni.

Il presidente Quadrini entusiasta dell’ottima riuscita dell’evento ha dichiarato: ”Ringrazio tutti i protagonisti del territorio qui presenti,l’Arma dei CC, il gen. Tullio Del Sette per averci onorato. Le istituzioni siano sempre vicine al territorio, alle aziende, agli imprenditori che con sacrificio scelgono di restare nella nostra provincia. E’motivo di orgoglio la presenza di amministratori dei 19 comuni del circuito montano. L’Ente montano Valle del Liri è vivo e rappresenta una realtà fondamentale per territorio, associazioni e cittadini.”

Sono onorata per aver organizzato il Cicero Award per la seconda volta consecutiva. –ha esordito la dott.ssa Giuseppina Iannotta -. I nostri obiettivi sono la valorizzazione delle potenzialità del territorio. Ogni anno vantiamo la presenza di eccellenze, di realtà locali importanti e questo ci inorgoglisce. Un grazie lo rivolgo agli imprenditori che rappresentano la forza del tessuto economico territoriale”.

Di Maio ha sottolineato l’importanza della ‘promozione e del marketing territoriale con azioni e programmi volti allo sviluppo locale’.

Un saluto è giunto anche dal presidente della Fondazione Cicerone Antonio Farina impossibilitato a presenziare, che ha ringraziato tutti i presenti in sala.

Hanno ricevuto l’importante riconoscimento: il Dott. Maurizio Stirpe Imprenditore e dirigente sportivo, vicepresidente di Confindustria e presidente del Frosinone Calcio, il Gen. C.A. Tullio Del Sette già Generale Comandante dell’Arma dei Carabinieri, il Colonnello Emanuele Gaeta Comandante Provinciale dei Carabinieri di Campobasso, il sostituto procuratore Chiara D’Orefice ha ritirato il premio per il Dott. Luciano D’Emmanuele Procuratore della Repubblica, l’ On.le Antonio Tajani Vicepresidente PPE, già Presidente del Parlamento Europeo On.le, Francesco De Angelis Commissario Unico dei Consorzi Industriali del Lazio, il Dott. Michele Cucuzza Giornalista, conduttore televisivo e conduttore radiofonico, la Dott.ssa Paola Zanoni Conduttrice e Giornalista, la Dott.ssa Paola Biadetti Artista, esperta in comunicazione Direttore Artistico dello Spoleto Meeting Art, il M° Alessandro Calonaci, Attore, regista e autore, il M° Carmine Santaniello Direttore Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli, il Dott. Francesco Borgomeo Imprenditore Presidente SAXA GRESe TAGINA, il Dott. Prof. David Della Morte Professore di Neurologia presso Università di Miami, Florida, il Prof. Franco Foresta Martin – Giornalista e Geologo, il M° Marco Misciagna Musicista Concertista e docente di viola presso il Conservatorio “G.Da Venosa”, il Dott. Commendatore Tonino Boccadamo – Imprenditore Boccadamo Gioielli, il Dott. Michele Mancini – Imprenditore Presidente INDEXA, il Dott. Gianfranco Treglia Imprenditore ASSITEC, il Prof Francesco Petrillo Professore e Avvocato cassazionista, Romeo Fraioli ha ritirato il premio per l’Ins. Guglielmo Mollicone Papà di Serena Mollicone, l’ Avv. Ornella Massaro Giornalista e Imprenditrice, Gabriella Zappacosta ha ritirato il premio per il Sig. Davide Zappacosta Sportivo, calciatore, il Sig. Massimo De Santis Scrittore, poeta e Presidente del Concorso Letterario Città di Arce, il Sig. Lorenzo Germani Giovane campione e promessa del ciclismo internazionale.

Il presidente Stirpe, leader sportivo indiscusso ha dichiarato: ”La squadra del Frosinone è occasione di riscatto per il territorio e porta fuori il nome della provincia. Da parte nostra, lo scopo è mantenere i risultati fin qui raggiunti. Grazie a chi ha avuto sensibilità di pensare a chi si impegna per il bene del territorio.” Tajani, presidente della commissione affari generali UE ha commentato:”E’ un onore ricevere il riconoscimento per il lavoro svolto, anche nell’ UE. C’è bisogno di meno burocrazia piu’ politica, di un’Europa che si occupi di grandi problemi, immigrazione, lavoro, lotta al terrorismo e al cambiamento climatico, tema importante per il quale molto c’è da fare sul nostro territorio. Questo Premio rappresenta le radici della nostra terra che per l’Europa sono importanti”.

Significative le parole del gen. Del Sette che si è detto onorato di ricevere il premio ed ha aggiunto:”Sono convinto che il lavoro dei CC sia impegno, professione e missione. L’apprezzamento delle persone è la soddisfazione unica per cui lavora un carabiniere.”Poi ha rimarcato la necessità che il ‘delitto del territorio, in riferimento all’omicidio di Serena Mollicone, non resti impunito’. Il Colonnello Gaeta ha parlato dell’importante azione di prevenzione che sta portando avanti, dell’ impegno costante e della capillare campagna contro spaccio e sostanze stupefacenti per arginare il fenomeno.”

Il premio di Guglielmo Mollicone è stato ritirato dal cognato Romeo Fraioli che ha parlato di un ‘papà che crede nella giustizia umana e divina’.

“Bisogna crederci, avere il coraggio, osare, fare sacrifici tutti insieme aziende, sindacati e istituzioni”. Ha dichiarato Borgomeo, mentre Boccadamo che sta per inaugurare altri due showroom in Cina con proprio marchio ha riferito di ‘restare in provincia per amore del nostro paese. In un momento in cui tutti vanno via questo è motivo di vanto.’

David della Morte ha ringraziato per l’onoreficienza e ricordato come la ‘Prevenzione sia fondamentale piu’ che mai e quanto ci aiuti in campo sanitario, ma anche economico.’

E’ stata quindi la volta di De Angelis che ha affermato: “Cambieremo la mission dei consorzi industriali, attraverso nuovi strumenti, incentivi per le imprese, sostegno diretto per la crescita delle piccole e medie imprese italiane.”

Ornella Massaro de L’Inchiesta Quotidiano ha evidenziato quanto lavoro e sacrificio ci sia dietro il mestiere di giornalista definendolo una ‘vera sfida quotidiana fatta di lavoro di squadra’.

La serata si è conclusa con un momento conviviale presso un noto ristorante della zona.

Ufficio stampa

Fondazione Marco Tullio Cicerone

XV Comunità Montana Valle del Liri

ROCCASECCA, VIII EDIZIONE ARMONIE DI NATALE.EVENTO PATROCINATO DALLA XV COMUNITA’ MONTANA.

Si è svolta l'11 dicembre scorso a Roccasecca, la conferenza stampa di presentazione dell'VIII Edizione di Armonie di Natale 2019. La manifestazione è stata patrocinata dalla XV Comunità Montana Valle del Liri di Arce.Ricco il calendario degli appuntamenti musicali di Natale della nostra zona che si terranno dal 22 dicembre 2019 al 12 gennaio 2020. Lo scopo di inserire in un unico programma di eventi i concerti e le rassegne musicali curate negli anni dalle singole associazioni, è anche quello di fornire agli amanti della musica classica uno “strumento” per saperne di più su questi eventi natalizi. Grazie all’unione di tante forze, enti, associazioni, sponsor che hanno aderito a questo progetto, è stato possibile definire un vero e proprio itinerario che, durante il periodo delle festività natalizie, attraversando diversi Comuni delle Province di Frosinone, avrà come unica protagonista la musica.

“Un appuntamento importante per il nostro territorio e un’occasione unica per vivere insieme il Natale ma anche per conoscere le tante e diverse tradizioni dei paesi della Media Valle del Liri e scoprire l’immenso patrimonio culturale e paesaggistico che li caratterizzano.- ha commentato il presidente dell’ente montano Gianluca Quadrini-.Un plauso all’amministrazione di Roccasecca, al sindaco avv.Giuseppe Sacco, a tutti gli organizzatori della manifestazione ed a Riccardo Riccardi dell’Associazione Culturale “Le Tre Torri” per l’impegno profuso e la dedizione nella realizzazione dell’evento che arricchisce e inorgoglisce il territorio”.

 Ufficio stampa

Gianluca Quadrini

Presidente XV Comunità Montana

La Comunità Montana Valle del Liri adotta la mozione Marocchinate.

Anche la Comunità Montana Valle del Liri presieduta da Gianluca Quadrini adotterà la mozione Marocchinate proposta da Moira Rotondo, già vicesindaco ed attuale delegato alla Cultura del comune di Pontecorvo.
La campagna per l'istituzione di una Giornata Nazionale in memoria delle Marocchinate, partita nel giugno scorso, continua a mietere consensi trasversali. "Già molti Comuni appartenenti alla Comunità Montana hanno approvato la mozione" afferma Quadrini "ritengo pertanto imprescindibile dare anche il nostro contributo a questa battaglia di civiltà che intende finalmente portare alla ribalta di tutta la nazione la tragedia vissuta dalle nostre popolazioni civili nell'Annus Horribilis 1944. Assicureremo pertanto la nostra massiccia partecipazione anche all 'evento "Marocchinate e violenza di genere" organizzato dal Comune di Pontecorvo per lunedì 25 novembre alle ore 16 presso il Salone di rappresentanza della Provincia in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle donne. Per non dimenticare".
 
 
Ufficio stampa

Si è concluso l’evento yoga più atteso della Ciociaria: il 4° Ritiro Yoga in Ciociaria

Roccadarce si conferma meta dello yoga in Ciociaria, con il 4° Ritiro Yoga in Ciociaria che si è svolto

nel recente ponte di Ognissanti. L’evento giunto, con successo, alla sua 4 edizione, ha accolto

yogini provenienti da fuori regione e dalle località vicine della provincia. È stata una full

immersion nel benessere tra classi di yoga, meditazione e mudra, passeggiate a contatto con la

natura, gite nel territorio ciociaro e buon cibo biologico.

Alla guida delle classi di yoga e meditazione si sono alternati gli insegnanti yoga Cristina Simone,

anche ideatrice del progetto “Yoga in Ciociaria”, e il maestro yoga Rino Siniscalchi che ha alle

spalle oltre 30 anni di esperienza.

“Il 4° incontro di yoga in Ciociaria ha confermato il gradimento dell’iniziativa, testimoniata da

un’adesione entusiasta e partecipe – dice il maestro Rino. Da una parte la pratica ricerca il

benessere fisico, ma dall’altra è orientata al raggiungimento di una calma interiore, grazie ad

ascolto, introspezione, conoscenza di sé, che permettono di star bene con se stessi.”

Il benessere passa, anche, dal buon cibo a tavola e ancora una volta la cucina vegetariana è stata

affidata alle sapienti mani della Chef Cristina Todaro. Secondo la quale “i partecipanti diventano

una famiglia, ci si confida, si scherza, si mangiano prodotti coltivati nei terreni limitrofi.

Trasformarli in piatti gustosi per me è stato semplice e i partecipanti hanno apprezzato molto.”

L’evento di yoga è l’occasione per far conoscere le bellezze, segrete, del territorio ciociaro. Grazie

alla presenza della guida turistica Matteo Zagarola, i partecipanti alla 4 edizione del ritiro yoga in

Ciociaria sono saliti fino ai ruderi del “Castello dei Conti D'Aquino di Roccasecca” dove hanno

potuto godere di una vista senza pari su tutta la Ciociaria. Per Matteo, che ha partecipato come

guida già dalla 1 edizione, questo sodalizio tra yoga e visite guidate è qualcosa di innovativo ed

estremamente interessante, perché permette di unire piani diversi di cultura, oltre ad essere un

modo per conoscere e scoprire il luogo in cui il ritiro yoga in Ciociaria viene svolto.

“Ho pensato a come unire due cose belle: da una parte il benessere a cui porta lo yoga e dall’altra,

le bellezze poco conosciute, del territorio in cui sono nata a cresciuta. Sono felice di essere giunta

alla 4 edizione. Ma devo ringraziare il costante supporto di amici e familiari che si adoperano per la

riuscita dell’evento, nonché l’Amministrazione Comunale di Roccadarce che ha creduto, da subito,

nella mia idea.” dice Cristina Simone ideatrice e organizzatrice del 4° Ritiro Yoga in Ciociaria.

L’evento è stato patrocinato dal Comune di Roccadarce (FR), dalla XV Comunità Montana Valle del

Liri e dalla Fondazione "Marco Tullio Cicerone". Gli Amministratori hanno portato il loro saluto e

benvenuto a Roccadarce a tutti i partecipanti. In particolare, il Sindaco, prof.ssa Rita

Colafrancesco, ha rimarcato la duplice valenza dell’evento sia per il benessere della persona, sia

per il turismo nel territorio ciociaro.

Immancabile e preziosa la collaborazione di Patrizio Di Folco, Consigliere Comunale e Comunitario,

affiancato da Rocco Simone, presidente delle Guardie Forestali Ambientali.

Arrivederci alla prossima edizione di Yoga in Ciociaria!

 

Ufficio stampa

Gianluca Quadrini

Presidente XV Comunità Montana